Sono nato viaggiatore, ho passato la mia infanzia a fare jet setting non accompagnato per tutti gli Stati Uniti.

Foto di Vivian seduta sul ponte della sua barca a vela. Indossa occhiali da sole e una maglietta blu scuro, e sorride alla macchina fotografica. Il cielo è blu e l'acqua sembra calda e tropicale.
Vivian di Ocean Passages

Ricordo i volti sorridenti di molti assistenti di volo che erano i miei guardiani temporanei del cielo. I loro capelli perfettamente tagliati o infilati in panini, le uniformi stirate con cura mentre portavano avanti i loro turni da un aeroporto all'altro, consegnandomi in modo sicuro a qualsiasi zia o zio o nonno che mi aspettava al cancello d'arrivo.

Ricordo di aver pensato tra me e me: un giorno avrò un lavoro che mi permetterà di viaggiare per il mondo, tirando la mia valigia attraverso gli aeroporti ed esplorando nuove terre.

Alla fine, l'ho fatto; tuttavia, il mio percorso mi ha portato al settore dei servizi a galla, facendomi pagare per lavorare su barche a vela e yacht a motore, e alla fine iniziando un business chiamato Passaggi oceanici a bordo della mia nave, Ultima

Leggi correlati:

Foto scattata da bordo del ponte di legno di un grande yacht. La vela è alzata e i gabbiani volano sulla superficie dell'acqua appena oltre la barca.
Immagine: Passaggi oceanici

Tutto è iniziato dopo aver venduto la mia prima barca, Hobo Chic, uno sloop costruito negli anni '70 che avevo in comproprietà con mio marito Nathan e un'altra coppia. Per 2,5 anni abbiamo vissuto a bordo, condividendo 37 piedi di lunghezza che avevano due cabine e due teste (bagni).

Il piano originale era di andare in crociera alle Bahamas, ma non riuscivo a capire come avrei fatto a guadagnare soldi a distanza in posti stranieri.

Nathan ed io non volevamo trattenere i nostri amici dai loro piani, così abbiamo proposto di vendere la nostra parte di barca. Fortunatamente, un uomo del porto turistico in cui vivevamo si era interessato a Hobo Chic per i suoi interni accoglienti e gli aggiornamenti. Si è offerto di comprare la barca per $5.000 più di quanto l'abbiamo comprata noi. Abbiamo tutti deciso di accettare l'offerta e andare per la nostra strada. 

Nathan ed io abbiamo lasciato i nostri lavori a terra per lavorare per un capitano che aveva bisogno di un equipaggio per un passaggio in mare aperto. Christian, un marinaio collaudato, maneggiava le barche con grazia e un contegno tranquillo. Stava consegnando un Hylas 54 dalle BVI a Newport con una sosta alle Bermuda.

Abbiamo incontrato lui e il resto dell'equipaggio a Nanny Cay, BVIs e abbiamo trascorso una giornata ad imparare la barca navigando fino a Beef Island e facendo snorkeling. Da lì, abbiamo impostato la nostra rotta a circa 850 nm a nord verso le Bermuda.

Abbiamo fatto la guardia 24 ore su 24 da soli, abbiamo cucinato a turno e nel tempo libero abbiamo giuntato le linee e letto libri. Una volta alle Bermuda, ci siamo riforniti e abbiamo passato due giorni a ricaricarci esplorando l'isola, andando in bicicletta e dormendo tutta la notte. Siamo partiti per Newport, dove abbiamo riordinato la barca e l'abbiamo lasciata su una palla d'ormeggio perché il proprietario salisse a bordo, come se fosse sempre stata lì.

Nathan di Ocean passages vestito e di guardia al timone della loro barca. Il cielo e l'acqua dietro di lui sono illuminati da una tonalità rosa pesca del tramonto.
Immagine: Passaggi oceanici

Ci piaceva l'idea di consegnare barche per vivere.

I nostri voli e le spese per il cibo erano coperti, e abbiamo potuto esplorare porti stranieri, anche se solo per pochi giorni. Ci siamo sentiti come una grande vacanza con una missione e ci siamo goduti la libertà e l'avventura che ci ha offerto. 

Dopo quel viaggio, abbiamo deciso di trasferirci nel sud della Florida, il centro dell'industria marittima, dove potevamo potenzialmente fare esperienza, imparare dagli altri e fare rete. Fort Lauderdale era il posto giusto per ottenere certificazioni attraverso una manciata di scuole marittime nell'industria nautica. Ci siamo iscritti a prendere la STCW, una qualifica di base che la maggior parte delle persone su navi commerciali, navi da crociera e superyacht sono tenuti a prendere.

Mi ci è voluto circa un mese per ottenere il mio primo lavoro come hostess per uno yacht privato.

Dato che sia io che Nathan non avevamo praticamente nessuna esperienza reale, siamo stati considerati come greenies, un termine che descrive la carne fresca dell'industria. Di solito, sono giovani adulti appena usciti dal liceo o dall'università con la voglia di navigare per il mondo, ma finiscono per vedere i posti più belli e remoti attraverso un oblò mentre indossano scomode uniformi blu navy e cachi.

Nathan si è prefissato l'obiettivo di accumulare abbastanza miglia navigando su quante più barche possibile per acquisire fiducia e lavorare per ottenere la licenza di capitano. Così, ho deciso di fare domanda per un lavoro a tempo pieno su una barca. Avevo un po' di esperienza nella gestione delle cime da Hobo Chic e la consegna precedente mi ha dato il tempo del mare per mettere su il mio semplice CV. Ciò che mi distingueva dagli altri candidati, però, era che avevo un'esperienza di lavoro in un'azienda di catering, servendo pasti di 4 portate in case private.

Insieme alla conoscenza che ho acquisito dall'essere proprietario di una barca, il capitano ha avuto la possibilità di assumermi sapendo che non avevo mai lavorato professionalmente su un superyacht. Le mie competenze di marinaio si sono tradotte in un aiuto sul ponte, mentre i miei compiti interni erano piuttosto semplici. Il mio ruolo era sia deckhand che stewardess, pulendo l'interno, assicurandomi che la barca fosse pronta per lo showroom, comprando le provviste, e mentre eravamo in navigazione, gestendo le linee di banchina e i parabordi.

Il lavoro non era troppo duro, ma cominciò a diventare inquietante dopo alcuni mesi quando il proprietario faceva commenti sprezzanti sul mio corpo, a volte rendendo il posto di lavoro - che era anche la mia casa - completamente miserabile. Ho chiesto un aumento, pensando che se avessi dovuto sopportarlo, avrei dovuto essere compensata di più. Quando mi è stato negato, mi sono licenziata e ho iniziato a unirmi a Nathan in alcune consegne in barca a vela, alcune delle quali non erano pagate, ma erano un'esperienza di costruzione del miglio con voli e cibo coperti.

La differenza tra la navigazione su piccole barche e su barche più grandi, è spesso la quantità di denaro e di carburante che serve per andare dal punto A al punto B.

La filosofia della vela è quella di usare il vento, di essere fuori negli elementi e di essere in sintonia con la natura.

Non è un modo veloce di viaggiare e non è sempre comodo, di solito è salato e soffia il vento, ma è tipicamente pratico, spesso esilarante e come altro si può viaggiare per il mondo dormendo nel proprio letto ogni notte? 

Mentre sui superyacht, l'obiettivo è quello di arrivare a destinazione il più velocemente e comodamente possibile, nonostante il tempo, con un aspetto perfetto. Se piove, è meglio che qualcuno sia là fuori nel momento in cui smette con un camoscio, asciugando e spatolando tutte le gocce di pioggia dall'alto verso il basso.

Uno yacht bianco con la vela alzata ormeggiato al largo di una zona tropicale dall'aspetto deserto. Il cielo è lunatico, sembra l'ora del tramonto. L'acqua in primo piano porta un leggero chop.
Immagine: Passaggi oceanici

Un'altra differenza è che come equipaggio, probabilmente non guadagnerai tanto denaro lavorando su piccole barche, poiché ci sono più barche da pulire e le aspettative di servizio sono più alte. Ci sono, tuttavia, barche a vela di lusso più grandi che pagano bene se si firma con gli armatori giusti. Ciò che si scopre è che ogni barca è diversa, soprattutto con ogni proprietario unico, capitano ed equipaggio. 

Per il mio prossimo grande lavoro in barca, sono stato assunto come compagno per uno yacht a motore. Per la prima volta nella mia vita adulta, avevo uno stipendio decente, un'assicurazione sanitaria, non dovevo pagare il cibo o le spese, e nessun affitto. Era un ottimo modo per risparmiare.

I miei compiti erano quelli di mantenere puliti sia il condominio galleggiante di 108 piedi che il tender di 32 piedi. Il mio lavoro variava a seconda della presenza o meno del proprietario. Quando i proprietari erano a bordo, i miei compiti erano di pulire le finestre, lucidare l'inox, guidare il tender, aiutare con l'attrezzatura da sub e da pesca, le moto d'acqua, portare fuori la spazzatura e assicurarmi che tutte le aree esterne fossero ordinate e pulite. Ho lavorato faticosamente giorno e notte, ma ho avuto le viste più belle di ancoraggi isolati e isole delle Bahamas, mentre uno chef di yacht cucinava i miei pasti. Sono stato anche abbastanza fortunato da avere i miei alloggi per l'equipaggio.

Ripresa aerea di un litorale tropicale. Ci sono alcune capanne sulla sabbia e alcune barche da pesca colorate ormeggiate al largo della spiaggia. C'è un boschetto di palme sulla sinistra. L'acqua è cristallina e color acqua.
Immagine: Passaggi oceanici

Il proprietario e la sua famiglia sono stati adorabili, regalandomi gioielli e un corso di ingegneria per Natale mentre mi tenevano sul libro paga per prendere il tempo libero per andare a lezione e studiare. 

Il modo per andare con gli yacht a motore di lusso è quello di mettere il tempo per imparare le competenze per salire a bordo e farsi assumere come equipaggio freelance. In questo modo, non sei impegnato a tempo pieno, la tua tariffa giornaliera è più alta, e non ti fa impazzire. Una volta trovato un buon programma con proprietari ed equipaggio con cui vai d'accordo, allora ottieni quel lavoro!

Per me, ho sempre saputo che la mia carriera non sarebbe stata sui grandi yacht.

Ma ora sono al punto in cui ho abbastanza esperienza per scegliere con quali barche e con quali capitani voglio lavorare. Così, quando qualcuno con cui ho già lavorato ha bisogno di un membro dell'equipaggio extra per un paio di settimane, firmo volentieri sapendo cosa aspettarmi e anche se sono un po' infelice, so che è solo temporaneo. Non c'è niente come un'entrata extra in tasca, specialmente quando si possiede la propria barca. 

Interno della barca di Nathan e Vivian, Ultima. C'è un lavandino di alluminio in primo piano a sinistra, divani avvolgenti di velluto blu al centro dell'inquadratura e la porta parzialmente aperta di quella che sembra la camera da letto sullo sfondo.
immagine: Passaggi oceanici

Con il passare del tempo, abbiamo continuato a ottenere più certificazioni per ampliare le nostre competenze. Sono volato a Palma di Maiorca per completare un corso di cucina per yacht, perché da tutti i lavori che ho avuto, tutti hanno sempre amato lo chef.

Nathan ottenne la sua licenza USCG 50 tonnellate, fece altre consegne e poi andò a prendere il suo biglietto Yachtmaster offshore, una licenza riconosciuta in molti paesi del mondo. Entrambi abbiamo trascorso settimane e, a volte, mesi a lavorare per raggiungere i nostri obiettivi personali, ed eravamo finalmente pronti a fare domanda di lavoro insieme.

Abbiamo lavorato su uno yacht a motore a San Diego per una stagione, poi abbiamo gestito una società di charter nelle Grenadine per un'altra stagione. A questo punto, eravamo pronti a trovare finalmente un posto da chiamare casa. Erano stati quasi 5 anni a vivere con le nostre valigie, accettando lavori che offrivano un posto dove vivere e alloggiando in piccoli studi e appartamenti con contratti d'affitto a breve termine. Per non parlare del fatto che spesso ci fermavamo a casa di amici e parenti tra un lavoro e l'altro.

A quel punto, era il momento di trovare la nostra casa. 

Nel 2019, io e Nathan abbiamo deciso di comprare una barca.

Non sapevamo che tipo di lavoro avremmo fatto subito, ma spesso discutevamo che il nostro prossimo obiettivo sarebbe stato quello di portare le persone a bordo per fare passaggi a lunga distanza. 

Tutto è iniziato quando John Kretschmer, un autore e capitano rinomato, insieme a sua moglie Tadji, ci ha cercato per prendere in consegna alcuni dei loro passaggi di allenamento alla vela nell'Oceano Atlantico e oltre, mentre intraprendevano una circumnavigazione.

Sapevamo che un'opportunità come questa arriva solo una volta nella vita.

John, che ha una fiorente attività di vela quasi ventennale, ci ha detto che anche a lui sono state date delle opportunità all'inizio della sua carriera e che voleva sinceramente essere in grado di fare la stessa cosa anche per chi inizia. Così, abbiamo cercato una barca che potesse portare noi, e l'equipaggio, su lunghe traversate in tutti i tipi di tempo. 

La superficie increspata dell'oceano al tramonto. Il cielo e l'acqua sono di un colore viola intenso, e il cielo è pieno di nuvole vaporose.
Immagine: Passaggi oceanici

Abbiamo trovato l'imbarcazione perfetta e l'abbiamo chiamata Ultima e abbiamo lavorato instancabilmente per renderla una nave d'acqua blu sicura e ben equipaggiata.

La nostra attività si chiama Passaggi oceanici e i nostri programmi sono meno di charter di lusso e più di avventura a vela. L'equipaggio partecipa a tutti gli aspetti della navigazione, imparando a navigare, a tracciare, a leggere le carte e a fare la guardia.

Facciamo delle esercitazioni di sicurezza a bordo, assicurandoci che tutti sappiano cosa fare con calma ed efficacia in situazioni che fanno rizzare i capelli. La nostra barca è stata costruita in Sudafrica, dove l'Oceano Atlantico del Sud si riversa inesorabilmente sulla costa, e senza dubbio la nostra barca è costruita per affrontare condizioni non ideali.

Quindi, con il nostro programma imminenteStiamo impostando la nostra rotta in tutte le direzioni, aiutando le persone a raggiungere i loro obiettivi di navigazione, sia che si tratti di passare attraverso una burrasca o di attraversare la corrente del Golfo, la nostra missione è quella di portare i passeggeri a condividere l'avventura. 

Quando non siamo sulla nostra barca, stiamo volando per il mondo, facendo rotolare le nostre valigie negli aeroporti e visitando porti stranieri. Ogni volta che saliamo a bordo di una barca, sia per portarla a destinazione che per imbarcarci in una spedizione, condividendo con i nostri ospiti il potere e la bellezza del profondo blu del mare, so di essere esattamente dove sono destinato ad essere.

Guarda il resto del nostro categoria vela per di più!

Puff Puff Pass
Categorie: Vela

Vivian Vuong

Sono un viaggiatore del mare, sperando di trovare porti lontani in terre esotiche per mangiare bene, conoscere culture e scoprire nuovi modi di vivere. Amo navigare e documentare i miei passaggi attraverso parole e foto. Venite a bordo del mio Compass 47, Ultima, per allenamenti in mare aperto e spedizioni vicine e lontane.

0 Commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano