Il sogno dei millennial

Essendo cresciuti in un'epoca di connessioni illimitate, i nomadi digitali sono esperti di computer, multispecializzati, 90% multilingue, e tutti desiderano una vita di movimento perpetuo ed esperienze significative.

Sono venuto a conoscenza della comunità dei nomadi digitali quando ho imparato a fare kitesurf, quindi la connessione tra sport estremi e nomadi digitali è sempre stata ovvia per me.

Avevo appena lasciato l'università, e avendo ricevuto una serie di risposte del tipo "non ci chiami, la chiameremo noi" dopo molti giri di domande di lavoro di merda, ho impacchettato tutto quello che potevo mettere in uno zaino da 50 litri e sono partito per la Cina.

I kitesurfisti di Hainan sono stati i primi e migliori amici che mi sono fatto, e che equipaggio erano.

Non avevo mai incontrato persone come loro.

Persone che potevano mettere tutta la loro vita nella loro borsa da surf, che viaggiavano per il mondo in base a dove soffiava il vento. Mentre li ascoltavo scambiare storie dalle Mauritius a Miami e da Città del Capo a Tarifa, mi sentivo come se fossi stato messo al corrente del segreto meglio custodito del mondo.

Tutti i romantici a parte, gli aspetti pratici di come riuscivano a finanziare e mantenere questo stile di vita erano ancora un mistero per me.

Ma non per molto.

Sport estremi e nomadi digitali: La simbiosi

Quando sono diventato io stesso un nomade digitale, avevo già accumulato ben 20 chili di attrezzatura da kite. Non esattamente "minimalista" per gli standard di chiunque, ma è ancora uno scenario sorprendentemente comune per noi amanti degli sport estremi decisi a viaggiare per il mondo.

La relazione tra sport estremi e nomadismo digitale non è solo una connessione astratta

È una simbiosi potente che sta cambiando il modo in cui lavoriamo, il modo in cui giochiamo e il modo in cui scegliamo di vivere.

Fino a poco tempo fa, il nostro sottogruppo esisteva solo ai margini, ma mentre il movimento dei nomadi digitali guadagna slancio, la fazione degli sport estremi dei vagabondi spinti dall'avventura si sta rapidamente spostando dai margini al mainstream.

La natura del nomade

La vita nomade originale era tutta incentrata sul minimalismo.

Movimento.

Libertà.

Cose che ancora una volta stanno diventando sempre più rilevanti nella cultura odierna, pazza per i consumi, piena di debiti e con mutui.

I nomadi non possedevano mai più di quanto potessero trasportare, e non avrebbero mai trasportato più del necessario. Il loro concetto di proprietà era radicalmente diverso.

La condivisione era l'ultimo dispositivo che permetteva loro di ridurre il loro carico individuale.

La cultura comunitaria era al centro del loro ethos, che non solo influenzava il loro inventario personale ma tutto il loro atteggiamento verso se stessi e i loro pari.

Il movimento costante e la dipendenza dal loro ambiente naturale hanno favorito il loro profondo rispetto per la natura.

Dopo tutto, sapevano che il loro sostentamento dipendeva da questo.

Tutto sommato, non è una sorpresa che il nostro umano moderno che vive in un appartamento da showroom IKEA, che fa il pendolare da e per il lavoro per ore ogni giorno per sedersi nel suo cubicolo con aria condizionata a macinare numeri e a fare il conto alla rovescia per ogni venerdì sera, senta la disconnessione.

Questo, più di ogni altra cosa, è il motivo per cui così tante persone stanno rompendo con il loro cubicolo, con la vita 'convenzionale', alla ricerca di qualcosa di più significativo.

maestro yoda sri lanka guida dei nomadi estremi destinazioni digitali
Maestro Yoda - Kalpitiya - Sri Lanka

La filosofia dello sport

Chiunque corra sarà veloce a parlarvi del coinvolgente "sballo del corridore".

I ciclisti di downhill possono descrivere il nervosismo che provano prima di decollare lungo la ripida pista di montagna.

I parapendisti spesso raccontano il senso di calma che provano poco dopo essersi lanciati in aria e vedere il minuscolo mondo delle formiche sotto di loro.

Qualunque sia lo sport, e per quanto estremo, il semplice atto di uscire dal tuo cervello ed entrare nel tuo corpo è trasformativo.

È la cosa più reale che si possa fare.

Nessun ego. Nessuna pubblicità. Nessuna notifica. Solo impegno totale.

Cavalieri del vento, cercatori di onde e trail blazer: condividiamo tutti qualcosa di importante, qualcosa che i nomadi della vecchia scuola sapevano molto bene ma che abbiamo ampiamente dimenticato nell'era dell'iPhone.

È qui che entra in gioco il nostro ritrovato nomade digitale.

Perché gli sport estremi e i nomadi digitali sono la coppia perfetta

guida alla destinazione dei nomadi estremi del wakeboard

#1 Viaggio

Il sogno americano è morto nell'acqua.

Il "sogno" di oggi è molto più semplice.

Nessun SUV, nessuna casa con una piscina e una staccionata, e nessun frigorifero gigantesco con un distributore di ghiaccio nella porta.

Solo un computer portatile e una connessione wifi.

Entra: l'era del nomade digitale, dove il richiamo dell'indipendenza del luogo è - più spesso che no - in cima alla lista delle priorità.

Proprio come i nostri nomadi moderni cercano la libertà di muoversi, viaggiare e scoprire il mondo come guadagnano, la comunità degli sport estremi è sempre alla ricerca del nuovo spot perfetto per cavalcare. O per fare surf. O volare.

I viaggi sono inevitabili per molti di questi sport (cioè, se si vuole mantenere la freschezza).

E, in virtù del vento e del tempo, molti di questi sport sono stagionali, quindi essere preparati a inseguire le condizioni giuste in tutto il mondo è importante se si vuole praticare tutto l'anno.

Per coloro che sono abbastanza fortunati da lavorare online, questo significa che non dovete perdervi quei giorni di vento, o aspettare la vostra vacanza annuale, o tirare un malanno quando le condizioni sono semplicemente troppo belle da perdere.

Ma la parte migliore dell'essere un amante degli sport estremi e un nomade digitale?

Tu controlli quando e dove lavori, e questo significa essere in grado di timbrare le ore necessarie per portare a termine il tuo progetto senza dover sacrificare la tua sessione.

Il tuo ufficio è dove vuoi che sia.

Le tue ore sono tue e puoi fare quello che vuoi.

#2 Libertà

In linea con il rifiuto del nomade digitale di essere prigioniero delle 9-5, coloro che hanno una passione per gli sport estremi sono alimentati dalla libertà che la loro disciplina offre.

La libertà psicologica di portare la lotta quotidiana fuori dalla mente e nel corpo dove può essere elaborata con la forza dei muscoli, non più schiava dello stress.

E poi c'è la libertà fisica.

Forse per esplorare la nuova città balneare in cui sei appena arrivato, ma da una prospettiva diversa. Magari portando il tuo kite a fare un giro su e giù per la costa per scoprire un paio di spiagge appartate o lagune nascoste, o magari girando in bicicletta, lungo i piccoli sentieri nascosti vicino al tuo nuovo "ufficio".

Solo in virtù dell'essere un nomade digitale puoi godere di questo livello di flessibilità per fare lo sport che ami, quando e dove vuoi.

barca laguna aitutaki isole cook estremo nomadi destinazioni guida
Crociera a Aitutaki - Isole Cook

#3 La simbiosi tra sport estremi e nomadi digitali

È facile parlare della nostra comune sete di vagabondaggio, della nostra flessibilità e del nostro combattuto senso di libertà, ma a cosa si riduce veramente?

Cosa c'è al centro di queste due comunità distinte - sport estremi e nomadi digitali - che li attira, quasi magneticamente, sempre più vicini?

È un semplice fatto.

La capacità di fare uno è ciò che alimenta l'altro.

Essere in grado di scegliere dove lavorare nel mondo significa che puoi posare le valigie ovunque la tua passione interiore gridi "Qui! Qui! Deve essere qui!".

Essere in grado di scegliere i tuoi orari significa che la migliore sessione della tua vita potrebbe arrivare oggi. O domani. O qualsiasi giorno, in realtà. Perché la vostra sessione non deve più aspettare il fine settimana o le vacanze annuali.

E quando le stagioni cambiano ed è ora di andare avanti, i tuoi piedi pruriginosi hanno solo bisogno di trovare il prossimo posto migliore con una connessione wifi decente e un vento fantastico. O onde. O sentieri.

E la parte migliore di tutte?

Prenderai tutta quella carica, quell'energia e quell'entusiasmo e li rimetterai nel resto della tua vita.

Questo è il vero equilibrio tra lavoro e vita privata.

Si tratta di imparare dal mondo, non solo dal paese, e si tratta di lavorare in modo più intelligente piuttosto che lavorare di più. E, naturalmente, si tratta di essere in grado di spremere una piccola sessione di surf all'alba prima di una giornata di lavoro, solo perché sei un freelance e le persone per cui lavori si chiamano clienti, non capi.

Extremenomads.life è la guida alle destinazioni sportive e all'aria aperta per i nomadi digitali, i board rider, gli avventurieri e gli esploratori.

Categorie: AttivitàLavoro

Grazia Austin

Ciao, sono Grace, scrittrice freelance e creatrice di contenuti per l'industria dei viaggi all'aperto. Ho passato gli ultimi anni a vivere in Cina, Vietnam e Thailandia lavorando come blogger, presentatrice televisiva e documentarista. In questi giorni mi puoi trovare in Europa a scovare le migliori avventure all'aperto che l'Irlanda ha da offrire - e a bere tutto il vino. Ovviamente.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano